Le mie Montagne

Resegone, la montagna dei ricordi.

Il 16 Ottobre del 1932 Mario Gatti moriva sulle pendici del Monte Resegone, sulle Prealpi Lombarde nell'attuale provincia di Lecco, per salvare la vita al proprio figlio cadutogli dalle spalle durante la discesa dalla montagna, in un tratto che ora Ŕ ripido e coperto da sfasciumi, mentre allora era un apparentemente innocuo sentiero attraverso un prato. Mario Gatti era mio nonno, ed il bambino che aveva con sÚ era mio padre, che allora aveva solo sei anni. Sono stato la prima volta sul luogo dove morý mio nonno nel 1982, accompagnato da mio padre, ed ultimamente mi sono prefisso l'obiettivo di tornarci per "restaurare" la scritta cancellata ormai dal tempo sulla lapide posta lÓ un anno dopo la disgrazia. Non avrei mai potuto farlo senza l'aiuto dell'amico Claudio Renon, che ricordava di essere passato davanti alla lapide durante una sua salita al Resegone alcuni anni fa e che conosce bene questa bellissima ma traditrice montagna. La mattina del 7 Novembre di quest'anno 2004, saliti ai Piani di Erna con la Funivia, ci siamo messi insieme in marcia per raggiungere la lapide, con la solita attrezzatura ma soprattutto armati di pennarelli a vernice dorata, da usare per il rifacimento della scritta. Un piccolo errore di percorso ci ha fatto perdere del tempo, ma alla fine siamo riusciti ad arrivare sul posto e compiere la nostra opera. Nelle fotografie che seguono questa pagina, raggiungibili dal link nella tabella qui in basso, Ŕ descritta brevemente questa nostra escursione sui sentieri dei miei ricordi. Dedico questa pubblicazione a mio nonno Mario, che non ho mai conosciuto ma dal quale credo di aver ereditato l'amore per la montagna, a Claudio, nato ai piedi delle stupende Dolomiti e quindi anche lui inevitabilmente con la passione della montagna nel sangue, ed infine a mio padre, morto lo scorso 27 Novembre, fortunatamente dopo aver saputo che la lapide di suo papÓ era stata rimessa a nuovo (ci teneva molto) e dopo aver visto le fotografie scattate lass¨.

"...perchÚ se cade tra rocce e fiori, non gli importa di morir..." (Canto degli Alpini)

Clicca sull'immagine per entrare.

Immagini: 24 foto in formato 640X480. Cliccate sull'immagine piccola qui a sinistra per andare alla pagina con la presentazione (Miniature). Tutte le fotografie sono di proprietÓ intellettuale dell'autore di questo sito e di Claudio Renon. Il loro utilizzo Ŕ vincolato a formale autorizzazione, con citazione della fonte.
Home Page Le mie Montagne I miei Interessi